Dimensione del carattere:

COS’È IL GLAUCOMA?

COS’È IL GLAUCOMA?

L’occhio deve avere un certo grado di pressione per il suo funzionamento normale. Questo è regolato da un liquido (umore acqueo) che è prodotto e riassorbito nella medesima quantità. Quando, per le più svariate circostanze si produce più liquido del normale o se ne riassorbe meno di quanto si dovrebbe, la pressione dell’occhio può salire ed interessare il nervo ottico. Quando ciò accade, siamo davanti ad un caso di glaucoma.
Il glaucoma è una malattia che interessa lo strato delle fibre nervose della retina danneggiando il nervo ottico (neuropatia ottica) che risulta in un’alterazione del campo visivo del paziente. Il fattore di rischio più importante per soffrire di glaucoma è l’aumento della pressione intraoculare. Tuttavia è assai importante sapere che avere la pressione oculare alta non implica obbligatoriamente avere il glaucoma o, in altre parole, non tutti gli occhi reagiscono nella stessa maniera davanti ad un rialzo della tensione oculare. Un altro aspetto che bisogna chiarire è che il fatto di avere la pressione arteriosa alta non è necessariamente associato ad un aumento della pressione intraoculare.

Aspecto de un nervio de un paciente con glaucoma

Testa del nervo ottico in una persona con il glaucoma.

COME SI DIAGNOSTICA IL GLAUCOMA?

La misurazione della tensione oculare (tonometria) è obbligatorio farla a tutte le persone dai 40 anni in su e, se esiste un’anamnesi familiare di glaucoma, anche prima, poiché questa malattia è ereditaria in una percentuale elevata.
Dinanzi al sospetto di un glaucoma bisogna esplorare la tensione dell’occhio (tonometria), guardare l’aspetto del nervo ottico nel fondo oculare e fare una campimetria od OCT.

Misurazione della tensione oculare.

C’È UN TRATTAMENTO PER IL GLAUCOMA?

Oggigiorno c’è un ampio ventaglio di trattamenti per frenare l’avanzamento del glaucoma. È molto importante però, tenere conto che se abbiamo perso delle cellule nervose queste non possono rigenerarsi. Perciò il trattamento del glaucoma non serve a migliorare il campo visivo del paziente ma a cercare di conservarlo ed evitarne ulteriori perdite. Le modalità terapeutiche per trattare il glaucoma verranno adoperate a seconda di quanto sia alta la pressione, dell’alterazione del campo visivo nonché della capacità di progressione della patologia. I trattamenti disponibili sono:
· medicazione topica (colliri)
· trabeculoplastia laser
· chirurgia filtrante (trabeculectomia o sclerectomia profonda non perforante)
· dispositivi di drenaggio
· cicolofotocoagulazione